fbpx

Te ne torni dalle vacanze e…

di Tizer Zaber
Vacanze

Sei convinta di essere più bella, l’abbronzatura ti dona, hai perfino meno bisogno di make-up, insomma, la frustrazione dovuta al rientro in città è mitigata da una condizione estetica che ti soddisfa, MA, FORSE…

già dal primo giorno di esposizione al sole ti eri data da fare per ricercare un’abbronzatura super veloce esponendoti troppo e magari anche nelle ore più calde. Sapevi bene di non doverlo fare, ma… al diavolo, i giorni di vacanza erano pochi. Non approvo ma ti capisco. Mettimi un barattolo di Nutella davanti agli occhi e bastonerò con violenza inaudita il primo medico che mi sconsiglierà di scucchiaiare avidamente.

In questo caso, quel magnifico colorito è dato dalla cosiddetta “pelle morta” che entro breve si sfalderà. Eh sì, è la fase di spellatura. Non è grave ma brutto a vedersi. Anche braccia e soprattutto gambe faranno la stessa fine. Hai notato che, anche se ti ripari sotto l’ombrellone per una “pausa-viso”, le gambe restano spesso esposte al sole?

Come puoi rimediare a cotanta incoscienza (che goduria però il giorno da leonessa piuttosto che i 15 da pecorella). Oltre ai soliti consigli (bere, mangiare sano, ecc.), hai un’unica soluzione… scrub, scrub e, ancora, scrub, ma non quelle robette che trovi normalmente in commercio, anche se assai costose, intendo quelli professionali.

Alludo a trattamenti che si occupano anche (e soprattutto) di ciò che sta succedendo nel tuo mondo sottocutaneo: il fortissimo bisogno di idratazione profonda, remineralizzazione, ingredienti elasticizzanti e antiage.

La conosci la politica del breve, medio e lungo termine?

Il breve, è certamente il mese che affronterai dopo il bagno prolungato di sole (momento delicato);

il medio, è l’inverno che incombe e, credimi, se non sarai riuscita a riportare in equilibrio il tuo stato cutaneo, il forte cambio di temperatura provocherà una tremenda spinta verso inestetismi che riguardano l’invecchiamento precoce della pelle;

infine, il lungo periodo dice, anzi, urla, che se non provvedi sistematicamente a correggere gli eccessi (quelli da te causati, come in questo caso, ma anche i più comuni, come per esempio l’inquinamento che massacra la nostra pelle giorno dopo giorno), avrai poche possibilità di essere una bella quarantenne a 50 anni, bella cinquantenne a 60, bella 90enne a 110.

Corri dalla tua estetista e scru… bbati ben bene!

P.S.

Ricordati di inviarmi una foto ai tuoi 110 per farmi controllare se mi hai ascoltato.

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Accetto Leggi

Privacy & Cookies Policy